fbpx
email

Ed bruce – l’ultimo dei cowboy

Ed bruce

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle prossime pubblicazioni

William Edwin Bruce (Ed Bruce) è originario della cittadina di Keiser in Arkansas nel 1939 ed ha il suo primo contatto musicale nel 1957 con Jack “Cowboy” Clement al Sun Studio Records, dove era impiegato come tecnico del suono.

I Sun Studio Records di Memphis (Tennessee) sono famosi per la nascita, nel dicembre 1956, dell’epopea del Rockabilly e del Rock & Roll con Carl Perkins, Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Johnny Cash che costituirono il famoso Quartet Million Dollar. Sotto questa influenza, Ed Bruce scrive il suo primissimo brano in stile rockabilly intitolato Rock Boppin Baby a cui ne seguirono molti altri, ma senza nessun riscontro commerciale.

Negli anni sessanta scrive pezzi musicali che vengono poi portati al successo da altri cantanti. Save Your Kisses per Tommy Roe e See the Big Man Cry poi reinterpretata a metà del decennio da Charlie Louvin dei Louvin Bros. 

Nel 1964 Ed Bruce si trasferisce a Nashville dove sbarca il lunario interpretando i jingles trasmessi dalle promo commerciali in tv.

Nel 1966 firma per la major discografica RCA e arriva il singolo che entra in classifica: Walker’s Woods. Seguono negli anni diversi cambi di etichetta discografica (Monument Records, United Artist Records e CBS Records) fino ad arrivare alla svolta per aver scritto, con l’aiuto della moglie Patsy Bruce, una canzone simbolo del movimento outlaws della musica country. Stiamo parlando di Mama Don’t Let Your Babies Grow Up to Be Cowboys composta nel 1976 e ripresa da Waylon Jennings & Willie Nelson nel 1977: diventò il totem per il movimento dei fuorilegge richiamando gli antichi fasti e le tradizioni della cowboy culture del secolo precedente. La stessa sarà anche il titolo di un album edito dalla United Artist Records, sempre a firma di Ed Bruce.

Negli anni settanta, altri pezzi scritti da Ed sono stati portati al successo da nomi importanti della country music di quel periodo. Artisti quali Tanya Tucker, The Man That Turned My Mama On e Texas When I Die, e Crystal Gayle, Restless.

Segue un ulteriore cambio di etichetta nel biennio 1976 – 1978. Prima con la CBS Records (The Tennessean) e poi con la Epic Records (Cowboys and Dreamers). Il successo commerciale lo trova con la MCA nel periodo 1980 – 1983 con i seguenti titoli di album: Ed Bruce, One to One, Last Train to Clarksville, I Write it Down e You’re not Leaving Here Tonight. Sempre nel 1980, periodo dove il movimento musicale dei fuorilegge inizia il suo triste declino, viene prodotto un altro pezzo epico per il genere outlaws. Stiamo parlando di The Last Cowboy Song, incisa insieme a Willie Nelson, che si aggiudica un soddisfacente dodicesimo posto nella country chart.

Nello stesso lasso di tempo parte la carriera cinematografica e televisiva di Ed. Per la TV sono famose le interpretazioni nei serial western The Chisholms (1980) e al sequel Bret Maverick (1981) dove recita con la star James Garner, anch’egli cantante country.

Numerosi i film sia per il grande schermo – Fire Down Below con attore principale Steven Seagal edito nel 1997 – che per la tv. Uno ad esempio, la partecipazione nel film The Last Days di Frank and Jesse James interpretati rispettivamente da Johnny Cash e Kris Kristofferson dove sono presenti altre outlaw country star del periodo quali David Allan Coe.

Sarà anche protagonista in un puntata di Walker Texas Ranger negli anni novanta. Questo comporta un diradarsi della produzione discografica da metà anni ottanta fino alla fine del millennio.

Ed bruce

Torna alla ribalta nel primo decennio del nuovo secolo con una produzione discografica dedicata al genere della Christian Music (nel 2007 con l’album Sing About Jesus a cui segue nel 2010 In Jesus Eyes prodotte da etichette minori).

Da tutti è ricordato per la sue composizioni musicali a tema western e per le interpretazioni che in alcuni tratti vocali riprendono le sonorità e l’intonazione di Waylon. 

La sua presenza fisica porta all’immaginario del vecchio west dove sembra essere proiettato con la macchina del tempo ai giorni nostri. 

Sicuramente Ed Bruce è da considerarsi un grande della musica country che non ha mai avuto la visibilità meritata.
E’ conosciuto da pochi. Con questo articolo speriamo di fare da cassa di risonanza per rendere il giusto encomio ad un artista di valore nel mondo della country music tradizionale con un occhio di riguardo alle cowboy’ song.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle prossime pubblicazioni

[adinserter block="7"]

Seguici

Articoli correlati

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle prossime pubblicazioni

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email