fbpx

Heartstrings: perché guardare la serie di Dolly Parton su Netflix

Dolly Parton Netflix

Nel centro di Nashville sorge un moderno e gigantesco edificio le cui finestre ricordano la tastiera di un pianoforte. È la Country Music Hall of Fame & Museum, inaugurata nel 2001 e considerata dagli estimatori della musica country una tappa sacra imprescindibile di un tour nella Music City.

Country Music Hall of Fame

La Country Music Hall of Fame a Nashville è una tappa imprescindibile per chi ama la musica country. – Fonte

Quando la visitai, rimasi diversi minuti a riflettere su una frase di Dolly Parton incisa sul muro esterno dell’edificio:

Country Music is a music with a lot of class. It’s just ordinary stories, told by ordinary people in an extraordinary way.– Dolly Parton

La Country Music è musica di classe. Sono solo storie ordinarie, raccontate da persone ordinarie, in modo straordinario.

Dolly Parton quote

A distanza di due anni da quel viaggio mi sono incollata allo schermo, mossa dalla curiosità di guardare Heartstrings, la serie TV prodotta da Netflix basata su alcune canzoni scritte da Dolly Parton e ispirata al podcast “Dolly Parton’s America” di WNYC.
Lo ammetto. Ho premuto play sul telecomando con un certo scetticismo, a partire dal fatto che il titolo italiano, “Le Corde del Cuore”, fa molto soap-opera. Qualcuno, prima o poi, mi spiegherà perché in italiano certe traduzioni letterali suonano così male. Mi aspettavo dunque storie melense e scrittura mediocre.

Mi sono dovuta ricredere quasi subito.

La serie antologica è composta da otto episodi autoconclusivi, da guardare in qualsiasi ordine. Attenzione: armatevi di fazzoletti perché può generare forti emozioni. Dal primo episodio, Jolene, all’ultimo, These Old Bones, i temi affrontati sono tra i più disparati e generano immancabile immedesimazione.

Amore, malattia, amicizia, pregiudizi: ti ritrovi a empatizzare con i protagonisti, a soffrire con loro, a esultare quando finalmente trovano la loro strada, consapevole però che la difficoltà da loro affrontata non è esagerata e tantomeno fantasiosa. È vita reale e può accadere a noi in ogni momento. È un genere di emozione agrodolce, un coat of many emotions. Heartstrings tratta storie semplici e allo stesso tempo complesse che si rivelano in realtà parte della vita di ciascuno di noi. Non è difficile trovare un episodio che affronti un tema a noi caro.

Heartstrings, Dolly Parton

Il cast? Pazzesco, a partire dal primo episodio con Julianne Hough e Kimberly Williams-Paisley (sì, la moglie di Brad Paisley), per proseguire poi con grandi nomi come Kathleen Turner, Ginnifer Goodwin (chi la ricorda in Walk the Line, come la prima moglie di Johnny Cash?), Brooke Elliot, Mac Davis (colui che scrisse grandi pezzi per Elvis Presley, come A little less conversation).

Insomma, Heartstrings è la serie più country di sempre: il significato di quella frase al Ryman Auditorium trova qui la sua piena espressione. È una serie di classe, dove storie ordinarie sono raccontate in modo straordinario.

Kathleen Turner nell’ultimo episodio, These Old Bones.

Se dopo Heartstrings avete ancora voglia di Dolly, sempre su Netflix è disponibile il documentario Dolly Parton: Here I am. Un must per gli amanti della Country Music, per comprendere al meglio alcuni temi trattati nella serie e apprezzare la personalità dirompente e, ammettiamolo, anche super-trash, di una grande donna della musica.

Veronese, classe 1986, amante della musica da sempre. Nella vita si occupa di digital marketing, ma fin dal 2010 fuori dall’ufficio dedica ogni brandello di energia alla scoperta della musica Country.
Affascinata dalle grandi regine della Country Music, negli anni ha sviluppato un esorbitante interesse per la moda Country-Western. È convinta che ci sia una sola cosa in cui noi italiani possiamo risultare ancora imbattibili, oltre alla cucina: la moda.
Prova così a capire come unire l’Italian Style all'American Style: da chiacchierate con amici, ricerche, letture, viaggi negli States, concerti di Country Music... nel 2016 viene alla luce il primo blog italiano sulla moda Country-Western, The Bon Ton Cowgirl.
Per Western Heritage scrive di moda e racconta le donne della Country Music. Oltre a scrivere, organizza eventi con l’associazione CountryMania.

Articoli correlati

Jessica Lynn – intervista

Jessica Lynn – intervista

Considerata tra le nuove stelle nascenti della musica Country, Jessica Lynn è una cantante con una potenza vocale non comune,  autrice con infinite doti di strumentista (suona chitarra, piano,...

CONVOY – Trincea d’asfalto

CONVOY – Trincea d’asfalto

“Convoy” è un cult movie del regista americano, di origine indiane, Sam Peckinpah. Girato nel lontano 1978, narra l’epopea di un camionista solitario e idealista. Il protagonista, che viene...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi ricevere notfiche sui prossimi articoli?

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutti i contenuti che pubblicheremo!

Privacy Policy

Grazie per esserti iscritto!

Condividi l'articolo!