fbpx

Prìncipi e princìpi

harry e meghan

Premesso che mi esprimo inconsapevole, o meglio, ignaro del mondo in cui vivono. Lontano anni luce dal mio quotidiano. Parlo tra me e me. Rifletto sulla forza di questa donna.

Sì, voglio parlare di lei.

Pur di non essere costretta a rinunciare alla propria libertà, o meglio, a sottostare alle intemperanze dell’attuale Regina, conoscendo i propri doveri ancor prima di sposare il Principe in questione, abdica ai titoli. Cosciente o meno che non potrà mai diventare Regina.

La gogna mediatica con superficiale irriverenza è già esposta, prendendo di mira l’ormai ex coppia reale. A subirne la presa maggiore è il Principe ribelle – degno figlio di una Principessa diventata icona dell’insofferenza ai reali 23 anni fa – secondogenito del futuro Re e, fino ad oggi, ignorato da molti.

Di lei si parla poco. La si descrive come una donna che influenza a piacimento il volere del proprio compagno. Una sorte di mantide spinta a far emergere la propria personalità.

Al tempo delle loro nozze era seguita. Un’osservata speciale. Forse per malcelata invidia, veniva perlopiù additata di opportunismo e sfacciataggine. Tra i suoi maggiori accusatori la parte di un popolo femminile diviso tra incredulità e ammirazione.

Poche di coloro che non avevano stima in questo personaggio scomodo e irruente, oggi evidenziano e sottoscrivono la determinazione e l’atto di rinuncia al titolo, alla regale appartenenza. Al sogno che, insieme a mutande e reggiseni di pizzo, rimane chiuso nel cassetto di tanti comò.

Ora alla giovane coppia non rimane che scegliere la nuova residenza.

Inghilterra o Canada?
La scelta è impegnativa!
L’Inghilterra è bagnata da un oceano nel quale nuotano squali. Ma nel continente americano sarà più facile incontrare il Grizzly.

 

Fonti:

  • picture by huffingtonpost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

La cattiveria mi fa sorridere

Cattiveria o stupidità

La cattiveria mi fa sorridere. La stupidità al contrario mi spaventa. La stupidità è una caratteristica mutevole. Se alimentata in certi individui si manifesta senza

Lei non sa chi sono io

Lei non sa chi sono io

“Lei non sa chi sono io!”  “No. In effetti non lo so.”  Da buon Grizzly mi è capitato di rispondere così e la reazione è

Io non ho il televisore

Io non ho il televisore

Io scelgo da solo.  Io non ho il televisore, la radio o lo smartphone. Io nutro il mio sapere dai rumors. Oggi la riflessione si

Condividi l'articolo!

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle prossime pubblicazioni

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle prossime pubblicazioni